La storia del bicchiere mezzo vuoto

E’ sempre la stessa cosa, diceva Jean, è la storia del bicchiere mezzo vuoto, la personalità che nasce dalla sofferenza. Gli eventi passati l’hanno resa – giustamente – diffidente, magari anche un po’ paranoica: lei, ormai, è fin troppo sospettosa, e a volte attribuisce agli altri intenzioni che non hanno, cerca dappertutto l’errore. Non do’ la colpa a lei: è umano, direi inevitabile, che troppa frustrazione, troppi fastidi, troppe delusioni le facciano vedere suo marito come nemico e i suoi figli come mostri. Provi ad assumere una posizione diversa: li pensi capaci di atti sinceri, capaci di amare.

L’atelier dei miracoli, Valerie Tong  Cuong

Annunci

Informazioni su liveeread

liveeread (libri, libri, libri) https://liveeread.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...