La gente di Napoli

Però era convinta che la gente di Napoli avesse qualcosa di speciale, che quell’humus di istintività ne costituisse al tempo stesso il pregio e il difetto, l’elemento attrattivo e quello repulsivo, il limite e il superamento del limite: da lì venivano la festosità e il rancore, il vitalismo e la sfiducia.

Artemisia e gli occhi del diavolo, Bruno Sacco

Informazioni su liveeread

liveeread (libri, libri, libri) https://liveeread.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.