Annarella, destino di una donna, Bruno Sacco

Premetto che Annarella è il nome della mia nonna paterna, Marianna è il nome di mia sorella e l’odore del pane appena sfornato è quello che sentivo ogni mattina andando a scuola, il panificio sotto casa, di via Università dove abitavo. 😊

L’ho divorato in due giorni. Lo stile del professore Sacco, classico, corposo e delicato mi affascina tanto, mi trascina in un altro mondo. La protagonista Annarella ormai ottantenne, afflitta da una malattia che le ha tolto la parola, si affida alla memoria per ripercorrere la sua vita. A Napoli, in piena epoca fascista, la vediamo giovane bambina affidata alle cure della fredda zia Drusiana e del sottomesso zio Ferrante, letteralmente strappata alla sua famiglia di origine. La difficile coabitazione con la zia, il suo severo “codice drusianeo”, la privazione della scuola, dalla piccola Annarella tanto amata, la mancanza della mamma. La piccola si nutre costantemente di ricordi, uno di questi è l’odore del pane “mito dell’infanzia perduta”. La ritroviamo adolescente, momento questo che segna la rottura del già precario equilibrio con la severa Zia Drusiana. Costretta a sposarsi per volontà della zia e della madre del prescelto, quello “col naso a papaccella” , amante delle belle donne e del gioco delle carte. Ancora una volta, nessuno si oppone, le sorelle, il padre, lo zio Ferrante ed ancora una volta Annarella si troverà a vivere una condizione non scelta. L’unica cosa che potrà fare e’ rassegnarsi amaramente alla vita che altri hanno deciso per lei. Un matrimonio di convenienza, la guerra che incombe, tre figli da accudire, un marito inesistente, fino al riscatto finale per questa donna che si è vista privare di tutto nella vita: dell’amore della mamma, della famiglia, della scuola, di un amore vero, di una vita! “Il riscatto”provoca una tempesta nell’animo della protagonista, una lotta interiore, che però le porterà anche una felicità ed una nuova linfa per affrontare le non poche difficoltà a seguire di questa SUA (finalmente) scelta!

Bello, sono stata trascinata letteralmente dalle pagine … Annarella mi è rimasta nel cuore!

Se amate il genere classico, è il libro che fa per voi!

Informazioni su liveeread

liveeread (libri, libri, libri) https://liveeread.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.