L’equazione del cuore

Lasciamo per un attimo i commissari Ricciardi e Lo Iacono, per questo nuovo libro di De Giovanni che vede come protagonista Massimo, ex insegnante di matematica, la cui vita che si svolge tra eventi su cui esercitava pieno controllo con una sua logica attenta e razionale, viene letteralmente stravolta da una tragedia.

Il professore l’affronta inizialmente, ricercando dentro e fuori, le tracce di una disperazione che non riesce a trovare. 

Ma di fronte al nipote, in fin di vita e in coma, troverà la forza di aprire il suo cuore, lui noto sociopatico che sta bene quando è solo, si ritroverà a parlare al piccolo della sua amata matematica. Il matematico, dice, va al di là. Guarda le relazioni, i rapporti, mette a confronto e trova le leggi, le regole. 

Massimo gli parlerà di sentimenti, attraverso la matematica, sentimenti che si basano sull’intuito, ma l’intuito altro non è che rapidità di calcolo, velocità di esame di una questione. Tutto ritorna sempre alla matematica. 

Una storia che aveva i presupposti per essere mielosa e stucchevole, l’atavico conflitto tra cuore e ragione, diventa un mistero da risolvere.

Il finale? Aperto. Lo immagino a modo mio. 

A parte la matematica, che mai è stata la mia passione, sono un’umanista io nel profondo, (non me ne voglia la mia prof), come sempre De Giovanni non sbaglia. 

Informazioni su liveeread

liveeread (libri, libri, libri) https://liveeread.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.