Archivi tag: lasciare

Vecchia teoria

Hai rifilato la tua vecchia teoria secondo cui un uomo prende un’amante per restare con sua moglie, mentre una donna lo prende per lasciare il marito. Piccoli crimini coniugali, Eric Emmanuel Schmitt Annunci

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Divorzio

Una moglie ti lascia quando smette di trovare in te le qualità che non hai mai avuto. La giostra del piacere, Eric-Emmanuel Schmitt

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , | 3 commenti

Ricordo adolescenziale

Lo soccorse un ricordo adolescenziale, la lettura di “Lettera rubata” di Edgar Allan Poe e la sua immortale lezione: il modo migliore di nascondere qualcosa è lasciarla in piena vista. Un appartamento a Parigi, Guillaume Musso

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il dolore da solo non uccide

Ma io sono viva nonna, il dolore da solo non uccide e io sono viva. Dunque devo vivere, perché finché ci sono ci sarà il ricordo di chi non è più con noi. Tu che hai camminato per un secolo … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Trasportare dal tempo

A volte penso di fare la domanda sbagliata al cliente. In realtà, dovrei sempre chiedere “Quando vorrebbe andare” perché vede, non sempre dovremmo lasciarci trasportare nei luoghi, ma dal tempo, si insinuò sottile la voce del tassista. Il taxi dei … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Esaurire il cervello

A volte è meglio mettere al lavoro il cervello ed esaurirlo piuttosto che lasciarlo a riposo in modo che, quando si annoia, non inizi a divorarti vivo. Il labirinto degli spiriti, Carlos Ruiz Zafon

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Oscuri terrori

Già so che non mi lascerò spegnere, se non a brevi intervalli. Sul cuscino mi aspetta ogni sera lo stesso grumo di fantasmi, oscuri terrori. L’Arminuta, Donatella di Pietroantonio

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento